Blog

MAGAZINE

SOLOMON'S BARBER SHOP

Prodotti storici della barberia italiana: dal Floyd alla brillantina

David Bowie e company
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Quali sono i prodotti che hanno caratterizzato gli anni ’70 e ’80. Un tuffo nel passato.

Gli anni del cambiamento, della libertà di pensiero. Dell’amore senza regole e dei diritti umani.

Anni di scompiglio, lotte, rivalse e perché No, soddisfazioni. Se c’è una cosa che abbiamo imparato dagli anni ’70 è a non dare mai nulla per dare scontato. Perché se incombe la minaccia della guerra fredda e l’incertezza economica, dall’altra parte c’è “la febbre del sabato sera”, il glamour più assoluto e le vere rockstar leggendarie.

Molti lo chiamano il “Decennio Impegnato”. Quello dove le prime donne si svegliano dal brutto sogno, il femminismo non è una guerra ma una lotta pacifista e il black power ha davvero annunciato la sua presenza. In Italia gli anni ’70 rappresentano un arco temporale indispensabile per la nostra vita, si introducono la legge dell’aborto e quella sul divorzio.

Anni di spiritualità e contaminazioni orientali che si immergono anche nella moda e nella bellezza.

Cambiano gli stereotipi e inizia ad farsi spazio un nuovo concetto di lifestyle. Ora non è più uno scandalo parlare di sesso, e anzi celebrarlo sembra quasi un’inno nazionale. David Bowie non perde tempo e gioca con l’identità di genere, tanto da confondere anche solo per un nano secondo sulle sue vere preferenze. Eppure piace, piaceva e ora più che mai affascina. Ridefinisce il confine tra maschile e femminile dando la possibilità a molti giovani di rappresentare se stessi nella maniera più libera e appropriata.

Anche per la bellezza maschile dunque cambiano un po’ di aspetti, è concesso il lato selvaggio a patto che sia originale e mai trasandato. Gli uomini si dividono in capelloni e gentleman old school. Sarà anche per via della nuova disco music, ma uscire senza brillantina non è proprio concesso. Per la prima volta i prodotti per barbieri assumono la loro identità. E se prima alcuni articoli proprio come la brillantina si potevano trovare solamente nelle forniture per barbieri e parrucchieri, dagli anni ’70 tutte le barberie iniziano ad averli non solo come prodotto da banco, ma anche per la vendita. In particolare proprio la brillantina, pur essendo tra i prodotti barbiere meno utilizzati dell’epoca contemporanea, negli anni ’70-’80 è stata tra gli articoli per barbieri più apprezzati e performanti. Vi ricorderete il mitico Rodolfo Valentino e la sua acconciatura super laccata! La brillantina nasce nel 1928, ma è solo nel trentennio successivo che viene utilizzata ampiamente dagli uomini di tutto il mondo. Ora viene sostituita dalle cere e pomade per capelli, più pratiche nell’utilizzo e facili da modellare.

Prodotti Floid

Tra i prodotti professionali per barbieri che hanno segnato quest’epoca vi è sicuramente l’amato Floid: il dopobarba per eccellenza. Sul mercato da più di 80 anni, per gli uomini che amano radersi e lasciare la scia di profumo, questo articolo accontenta davvero sia i maschi che le loro donne! Le sue origini provengono dalla Spagna e più precisamente da Barcellona dove il barbiere Juan Bautista Cendròs Rovira decise di creare una lozione speciale per i suoi clienti dopo la rasatura. Beh, il prodotto ottenne così tanto successo che alla fine Juan decise di commercializzarlo in tutte le forniture barbiere del territorio. Chiaramente oggi il Floyd è possibile trovarlo in tutte le forniture barbieri, ma anche tra i prodotti per barbieri online dei vari e-commerce specializzati nel settore. Pensate che il successo del Floid proprio in Italia ebbe il boom, tanto da creare una versione apposita per la nostra penisola “The Genuin” che risultò la più venduta, e che quindi identificò poi l’immagine definitiva dell’ aftershave Floid come lo vedete ora. Si vocifera che negli anni ’40 i produttori spagnoli crearono una filiale di produzione a Bologna, ma in reatà al momento non ci sono tracce.

Per quanto riguarda gli accessori barbiere invece gli ’70 e ’80 decretano l’uscita ufficiale del kit rasatura, ovvero di un set esclusivamente di foggia maschile dedicato alla barba. Se ora per acquistarlo è sufficiente andare in un qualsiasi negozio per barbieri o shop che venda forniture barbieri, negli anni ’70 la sua emancipazione è arrivata principalmente grazie all’azienda svizzera Omega; azienda tra l’altro già nota in quanto essere la prima produttrice di orologi svizzeri nel 1900. Forse voi la ricorderete di più per l’orologio Omega Seamaster al polso di James Bond nel primo film 007! Ma la verità è che la sua storia arriva da molto lontano, anzi dalle stelle. Il marchio infatti è divenuto famoso per la scelta da parte della NASA di utilizzare il cronografo “Speedmaster” per tutte le missioni spaziali dagli anni ’60 in poi, compreso lo sbarco sulla Luna; il resto è una piacevole conseguenza. I gentleman dell’epoca certo non potevano permettersi di assistere a determinati fatti storici col capello fuori posto, tanto meno con la barba di tre giorni. Era essenziale farsi trovare sempre pronti, eleganti ma soprattutto curati. Nel bagno dell’uomo anni ’80 non è mai mancato un kit rasatura, un pennello in tasso o setola pregiata, e un rasoio cromato la cui lucidatura era simile all’argenteria delle nobil donne. Questi prodotti barbieri, che ora sono diventati anche una bella idea regalo all’epoca erano un segno di classe inaudita, una conferma di status sociale e perché no, un momento personale per prendersi cura del proprio look con qualità e maestria.

E tu hai il tuo kit rasatura? Quali sono i prodotti di cui non puoi fare a meno?

ULTIMI ARTICOLI

PRENOTA UN APPUNTAMENTO

Invia una proposta di appuntamento, ti risponderemo entro breve per la conferma tramite telefono o WhatsApp

DATI CLIENTE

SCEGLI GIORNO